Recupero Crediti Internazionale

In caso di Recupero Crediti Internazionale, è inevitabile il confronto con lingue, culture e legislazioni diverse. Anche i costumi locali riguardo ai pagamenti possono essere differenti rispetto a ciò a cui si è abituati. La difficoltà maggiore è rappresentata dalla ricerca delle informazioni per valutare la solvibilità del debitore straniero.

Con queste premesse, il Recupero Crediti Internazionale può essere materia molto complessa e delicata, e i crediti esteri un vero problema per le aziende.

Molti imprenditori, spaventati da queste difficoltà, potrebbero anche decidere di non rischiare e quindi di non espandere la propria attività oltre i confini nazionali. Questo rappresenta un vero e proprio freno, visto che oggi, internazionalizzare il proprio business è fondamentale per crescere.

Come fare quindi per conciliare la necessità di non porre limiti ai propri affari e il bisogno di trovare un sostegno se i clienti stranieri non saldano le fatture?

Il Recupero Crediti Internazionale può non essere un problema, grazie all’esperienza e alla qualità dei servizi di CREDITPMI.

Una Rete Internazionale per proteggere il tuo business

Nel Recupero Crediti fuori dai confini nazionali, legislazione, lingua e cultura non devono essere un ostacolo insormontabile e non devono bloccare i tuoi affari oltre confine.

Grazie a una rete internazionale di esperti, CREDITPMI può prendersi cura dei tuoi crediti in tutta Europa e nei principali paesi extra UE.

Come? Grazie alle sedi operative in:

  • Francia
  • Regno Unito
  • Germania
  • Spagna
  • Romania

Oltre a questo, CREDITPMI ha costituito una Rete Internazionale di referenti per occuparsi del recupero dei tuoi crediti insoluti in tutto il mondo.

Recuperare Crediti Internazionali

AVVIA PRATICA

In questo primissima fase, si procede prima di tutto alla Nomina del Consulente: il Credit Specialist che verrà assegnato, è un professionista specializzato nella consulenza e nel recupero del credito.

Seguirà l’intero processo, dalla fase istruttoria e raccolta documentale ai vari solleciti, epistolari, telefonici e domiciliari.

Un altro passo importante è quello della Normalizzazione indirizzo: si tratta fondamentalmente di verificare ed eventualmente correggere l’indirizzo del cliente debitore in modo che sia possibile inviare e recapitare le lettere di sollecito.

ISTRUTTORIA DOCUMENTALE

Il Credit Specialist assegnato da CredtPmi procede innanzitutto scrivendo inviando al cliente una Prima Lettera Monitoria, con lo scopo di sollecitare il pagamento della cifra insoluta.

Se, in seguito all’invio della prima lettera monitoria, non c’è stata alcuna risposta, allora si procede con la Phone Collection: il consulente procederà con una chiamata telefonica per prendere contatto con il cliente e per indurlo a regolarizzare la sua posizione con il pagamento della cifra dovuta al creditore.

Qualora non sia stato possibile contattare il cliente in nessun modo, né con la Prima Lettera Monitoria né telefonicamente, allora sarà necessario mettere in moto un servizio di Rintraccio.

Vengono utilizzati servizi investigativi in grado di rintracciare anche chi non vuole farsi trovare.

SOLLECITI EPISTOLARI E TELEFONICI

A questo punto, il cliente potrebbe già aver deciso di pagare; se così non fosse però, la procedura di Recupero Crediti Stragiudiziale procede con la scrittura e l’invio di una Seconda Lettera Monitoria, con la quale di nuovo si invita il cliente al pagamento degli insoluti.

Se anche in seguito alla Seconda Lettera Monitoria non dovesse verificarsi il saldo del credito, allora il Credit Specialist prosegue la procedura con quella che viene definita Esazione Domiciliare: una visita di persona al cliente, che viene sollecitato nuovamente a regolarizzare la sua posizione in modo spontaneo, senza cioè dover ricorrere a un’azione giudiziale.

Il passo successivo è l’ultimo da compiere prima di dover imboccare eventuali vie legali. Parliamo infatti di una Diffida Legale, che consiste in un atto stragiudiziale sotto forma di lettera, con la quale il cliente viene informato delle richieste del creditore; un’ultima possibilità prima di ricorrere al giudice e avviare una causa legale. La lettera di diffida deve essere recapitata tramite PEC o raccomandata con ricevuta di ritorno.

Se tutta la procedura di Recupero Crediti Stragiudiziale non va a buon fine, allora non rimane che stendere una Relazione o Certificazione di Inesigibilità, un documento, per le detrazioni fiscali, che attesta l’esito negativo della procedura stragiudiziale di recupero e dichiara il credito inesigibile.

Siamo arrivati al punto di poter valutare di continuare e rafforzare il percorso di recupero del credito attraverso un’azione legale, passando quindi alla fase Giudiziale.

Richiedi una Consulenza!

 Compila il Form. Sarai ricontattato dal nostro Staff.

Dichiaro di aver letto e accettato Cookies&Privacy Policy

Our Team

The weather is amazing walk with me through