La solvibilità del debitore: l’importanza della verifica

La solvibilità del debitore è la sua capacità di pagare: questa è una condizione necessaria affinché un giudice possa imporgli di dare al creditore quanto gli spetta.
Esistono diverse categorie di debitori: imprese, cittadini privati, intermediari finanziario ed enti pubblici. Noi ci concentreremo sulle prime due.

Quando si stipula un contratto, a chi eroga un servizio o prodotto, preme che gli sia riconosciuta la controparte. Ora, sarebbe opportuno sapere in anticipo se il cliente sarà in grado di fare fronte all’impegno.
Lo stesso discorso vale se un creditore vuole seguire la via giudiziale per ottenere dal debitore il credito che gli è dovuto. Altrimenti, sarà difficile che otterrà qualcosa e perderà tempo e denaro.
Esistono degli strumenti legali per appurare che la solvibilità del debitore sia davvero pari a zero? Detto con altre parole, c’è la possibilità di appurare la capienza del debitore? Sì. Vediamo quali.

 

La solvibilità del debitore: aziende e altre partite iva

Nel caso in cui il cliente moroso sia un’azienda, un libero professionista o una ditta individuale, il compito è più facile perché esistono elenchi pubblici come il registro delle imprese, che è consultabile da tutti e di cui si può chiedere il rilascio di certificati e copie degli atti iscritti.

Il Registro delle Imprese contiene informazioni molto importanti inerenti a un’azienda: nome, sede, statuto, modifiche allo statuto, eccetera. Grazie a esso, possiamo conoscere la situazione giuridica di un’azienda.

Il Registro delle Imprese ci può dare informazioni anche su una persona fisica, facendoci sapere se e quali cariche ha presso una o più società.

Facendo una visura camerale, invece, si può sapere se un’impresa esista o sia esistita, se sia attiva, chiusa, inattiva o in liquidazione, quale siano la sede principale e le sedi secondarie, eccetera. La Camera di Commercio, infine, ci dà la possibilità di conoscere la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica di un’impresa (il suo bilancio d’esercizio). Si possono vedere i suoi crediti e i suoi debiti.

 

La solvibilità del debito nei privati: i nostri servizi

Ma per i privati? Come si fa a sapere quale sia la capacità di solvibilità di un debitore privato?
In Italia manca un elenco dei “cattivi pagatori”. Sì, c’è il sistema di informazioni creditizie (SIC) del CRIF, ma può essere consultato solo dagli istituti di credito e dalle società finanziarie che aderiscono al SIC del CRIF e occorre che abbiano ricevuto una richiesta o un preventivo per un finanziamento.

Esiste anche un elenco dei proprietari degli autoveicoli, ma i privati possono consultarla solo per targa, per nominativo possono farlo solo le pubbliche amministrazioni e alcuni professionisti, tra cui le agenzie investigative. Ce ne sono altri, ma occorre avere un po’ di dimestichezza con queste cose.

Quindi, le aziende private sono condannate all’incertezza? No, perché esistono società come la nostra, che sono abilitate a fare queste ricerche e che hanno gli strumenti e le competenze per farle. Vi ricordiamo che noi ci avvaliamo della collaborazione di un’agenzia investigativa.
Proponiamo servizi in grado di appurare che la mancanza di solvibilità del cliente sia oggettiva e di verificare la sua situazione patrimoniale, sia che si tratti un cittadino privato, sia che si tratti di una partita iva. Cliccate qui per vedere quali sono e poi contattateci per avere più informazioni o per avere un preventivo. Abbiamo anche servizi come le informazioni commerciali post-fido e il credit check.

 

Fonti
http://www.treccani.it/enciclopedia/solvibilita_%28Dizionario-di-Economia-e-Finanza%29/

https://www.altalex.com/documents/news/2019/05/15/solvibilita-creditizia